Alluvione in Pakistan per i monsoni

Sono ormai giorni che nel Pakistan i monsoni non danno tregua.Il bilancio delle vittime è ormai salito a 128, 69 delle quali nella giornata di giovedì scorso. Ma spieghiamo brevemente che cos'è il "Monsone". Il monsone è un vento caldo e molto umido che caratterizza in questo periodo le regioni che si affacciano sull'Oceano Indiano, con particolare riguardo alle regioni montuose. Qui infatti, si viene a creare quello che in meteorologia viene chiamato "stau", cioè "sbarramento delle correnti".

Le precipitazioni permangono in zona per giorni, scaricando grandissime quantità di acqua. La parola monsone, deriva anche dalla parola araba "mawsim" che significa "stagione". Spesso e volentieri si accompagnano a questi venti tifoni di rilevante violenza, che si scagliano contro le coste di India, Pakistan e stati limitrofi. Nella prima immagine viene riportata una cartina con indicate le zone che vedono i maggiori accumuli pluviometrici (cerchi azzurri) e la direzione dei monsoni nel periodo estivo (frecce rosse). Nella seconda immagine, invece, viene proposta l'immagine satellitare odierna. Notare l'intensa perturbazione a ridosso delle coste.